Felmay
Felmay
Archive
 
 
Italian Versione   English Versione
 
  Shop
 
Orchestra Bailam e Canterini Genovesi - Trallalero Levantìn
Orchestra Bailam e Canterini Genovesi
Trallalero Levantìn

fy 8252
885016825225
Felmay Records
Italia
 
1 CD

Nel 2019 l’Orchestra Bailam festeggia 30 anni di attività con il nuovo album “Trallalero Levantìn” che si pone come ideale prosecuzione dell’ acclamatissimo “Galata”. L’Orchestra Bailam ed i Canterini Genovesi creano un dialogo affascinante e potente tra la musica mediorientale ed il trallalero, straordinaria polivocalità tradizionale genovese, unica nel Mediterraneo. Un’invenzione artistica che è interscambio culturale all’interno del cammino della musica popolare : non solo tutela della tradizione, ma anche un punto di partenza per nuove aperture di crescita e di convivenza, un’innovazione che vuole diventare tradizione del domani.

L’Orchestra Bailam, dopo l’acclamato album Galata, prosegue il proprio viaggio a ritroso nelle città levantine: Smirne, Salonicco, Istanbul, dove la presenza italo-genovese ebbe una notevole importanza.
I levantini erano gli eredi dei mercanti genovesi e veneziani insediati fin dal XII secolo nei più importanti porti mediorientali e che, dal XVIII secolo, crearono un tessuto sociale cosmopolita, grazie ad un sistema di accordi socio-commerciali con l’Impero Ottomano. Il risultato fu la nascita di una cultura particolare, di origine europea e al contempo beneficiaria delle eredità cristiane anatoliche, ebraiche sefardite, bizantine ortodosse e ottomane musulmane : una realtà in cui greci, turchi, ebrei, arabi, italiani, armeni, inglesi, francesi e russi manterranno sempre un ponte che andò a interrompersi solo con le derive nazionaliste del ‘900. A fine ‘800 i levantini di origine genovese a Galata erano circa 7.000 e a Smirne 6000. Ancora oggi esiste una realtà culturale levantina molto attiva a Smirne e ad Istanbul, fatta di memoria ma anche di vitale presenza che è riuscita a mantenere un legame tra passato e presente. In questo contesto l’Orchestra Bailam e i Canterini Genovesi creano un dialogo tra la musica mediorientale ed il trallalero, straordinaria polivocalità tradizionale genovese, unica nel Mediterraneo. Un’invenzione artistica che è interscambio culturale all’interno del cammino della musica popolare: non solo tutela della tradizione, ma anche un punto di partenza per nuove aperture di crescita e di convivenza, un’innovazione che vuole diventare tradizione del domani.

L’Orchestra Bailam nasce nel 1989 (festeggia ora 30 anni di attività) proponendo una personale miscela di musica klezmer, balcanica, greco-turca, araba , proprie composizioni ed affermandosi immediatamente sulla scena live con concerti molto dinamici, coinvolgenti e divertenti. Hanno musicato e recitato in diversi spettacoli teatrali (Butterfly Bazar, Moka Cabaret, Il mare negli occhi), hanno collaborato con i Cavalli Marci, hanno preso parte al film “Tandem” con Bizzarri & Kessisoglou ed intrapreso una incessante attività live in Italia, Francia, Germania, Spagna, Russia, Crimea, Siberia, Turchia. Vantano un’ampia discografia : “Mamma li turchi “(1991), “Bailamme” (2001), “Non occidentalizzarti” (2006), “Lengua Serpentina” (2007), “Harem Bailam” (2009), “Galata” (2013), “Taverne Cafè Aman e Tekès” (2016), quest’ultimo ai primi posti delle Top Charts iTunes in Germania, Francia e Australia.
“Galata”, di cui “Trallalero Levantìn” è l’ideale prosecuzione, è stato premiato da ottime recensioni in tutto il mondo : “Disco del mese” (Blogfoolk), “Il disco che mancava nella musica popolare italiana” (Folk Bulletin), “… autentico caposaldo della musica tradizionale ...” (Linea Trad), “Da non perdere” (Il Secolo XIX), “Il trallalero da questa esperienza potrebbe veramente risorgere a nuova vita” (Storiadellamusica), “Turkey meets Genoa. Levantine Joy!” (fROOTS ), “Galata succeeds in being extremely clever and highly enjoyable.” (Songlines), “Une musique joyeuse et très riche, un territoire poétique inédit.” (TRAD), “Galata es ist mutig, gekonnt und äußerst kreativ. Ein grandioses Album!” (Folker).





Orchestra Bailam e Canterini Genovesi dal Felmay Shop


 
  Tracce

Mæ roscignêu 4.03
Ninte de bon 4.27
O mugugno 5.01
Padri di noi 4.22
Zû a-a mænn-a 4.50
Smirne / Mazomenos 5.12
Da-a mæ riva 3.40
Êuggi neigri 5.13
A signoa do sciallo 3.48
Balaridon 3.12
Ûn brûtto mâ 3.05

 
  Musicisti

ORCHESTRA BAILAM :
Franco Minelli - chitarra acustica, chitarra battente, bouzouki, baglama, ud, voce chitàra
Luciano Ventriglia - derbouka, riq, daf
Roberto Piga - violino
Tommaso Rolando - contrabbasso
Julyo Fortunato - fisarmonica
Giuseppe Laruccia - clarinetto
CANTERINI GENOVESI :
Claudio Valente - voce contræto
Matteo Merli : voce primmo
Pepi Zacchetti : voce controbasso
BASSI (voci ospiti):
Mauro Bozzini
Enzo Gelati
Giampiero Merlo

 
  HQ Image
 
 
 
  Le nostre Playlist
La nostra playlist su spotify Pre Minimalismo, minimalismo e post minimalismo, brani dal nostro catalogo curati per noi da Federico Marchesano,

PAOLO BONFANTI & MARTINO COPPO - You Were Right
from the CD "Pracina Stomp"
 
 
 
  Cerca
 
  Newsletter
Nome
E_mail
 
 
 
 
 
 
  Nuove Uscite
 
  Concerti
 
 
21 Febbraio 2020 - h:21.30
Birkin Tree & Tola Custy
FolkClub
Via Ettore Perrone 3bis
Torino


22 Febbraio 2020 - h:21.30
Birkin Tree & Tola Custy
La Claque
Vico di S. Donato
Genova


23 Febbraio 2020 - h:11.00
Birkin Tree & Tola Custy
I Concerti della Domenica
30esima edizione
Teatro Filodrammatici
Via Filodrammatici 1
Milano


05 Marzo 2020 - h:10.00
Arturo Stalteri
"Perchè la luna"
Reading concerto con Massimiano Bucchi
Sale Apollinee,
FENICE, Venezia


21 Marzo 2020 - h:21.00
Fabio Rinaudo & Claudio De Angeli
in "Racconti di Cornamusa"

Accademie in Valle 2020
Sala incontri del Parco
Via Sant'Anna, 34
Chiusa di Pesio (CN)



22 Marzo 2020 - h:17.00
Fabio Rinaudo & Claudio DE Angeli
in "Racconti di Cornamusa"

"Così lontano Così vicino"
Mediateca, Via Caselle 22
San Lazzaro di Savena (BO)



 
 
 
  MATILDE POLITI, ALTRI TITOLI IN CATALOGO
 
I loro dischi
 
  Felmay Social Networks
   
 
  © 2020 Felmay Srl - P.I. 06974300011 | Powered by: Riccardo Marino
Spese di spedizione